Villa Gambotto Negri


Scarica gratuitamente la nostra App!
mappa
Indirizzo: Via Naviglio Grande - Cassinetta di Lugagnano
Costo: Gratis
Giorni chiusura:
Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /nfs/c11/h06/mnt/197702/domains/terreslow.eguide.it/html/wp-content/themes/eguide/loop-singlePOI.php on line 139

Sontuosa residenza estiva edificata dal generale austriaco Dembowsky nel 1761 e divenuta nel 1875, con la circostante Cascina Piatti, di proprietà di Gaetano Negri, nativo di Cassinetta ed allora sindaco di Milano. La villa si trova discosta dal paese, oltre il ponte sulla roggia Visconti, e già l’ingresso ne esalta la bellezza.

L’entrata principale, che da sul giardino antistante la casa, è rivolta verso la strada parallela al Naviglio Grande, è accessibile attraverso il ponte in pietra cui fanno ala quattro platani secolari. L’atrio, ad esedra, è formato da sei pilastri ornati da sculture di vasi colmi di frutta, uniti da una più bassa cortina muraria, il tutto elegantemente suddiviso in riquadri geometrici che rappresentava inoltre il punto di arrivo dell’ampia prospettiva di Villa Birago Clari. Il cancello centrale lascia intravedere il viale principale del giardino all’italiana che conduce alla villa.

La costruzione presenta una pianta a U con la parte centrale ben evidenziata. Le stanze di rappresentanza, salotto e sala da pranzo, si trovano a livello del giardino, essendo la villa concepita come abitazione estiva, mentre le camere sono locate al piano superiore.

Lascia un Commento